REGISTRAZIONI – Corso per operatori didattici naturalistici: come organizzare e gestire le attività

120,00

Un corso rivolto agli operatori didattici naturalistici, ma aperto anche a chi vuole affacciarsi a questo mestiere. In particolare, ci dedicheremo all’aspetto organizzativo, a tutte le piccole e grandi cose a cui occorre fare attenzione quando si pianifica e si svolge un attività come un’escursione guidata in un parco naturale, una visita in un museo scientifico, o laboratori e attività pratiche.

Descrizione

Un corso online di approfondimento, rivolto agli operatori didattici naturalistici, ma aperto anche a chi vuole affacciarsi a questo mestiere. In particolare, ci dedicheremo all’aspetto organizzativo, a tutte le piccole e grandi cose a cui occorre fare attenzione quando si pianifica e si svolge un’attività come un’escursione guidata in un parco naturale, una visita in un museo scientifico, o laboratori e attività pratiche.

Il corso si è svolto dal 7 gennaio  al 4 febbraio 2021. Con il presente acquisto si ottiene l’accesso ai video con le registrazioni delle lezioni.

La durata complessiva del corso è di circa 12 ore.

  • PRIMA LEZIONE – La pianificazione  (giovedì 7 gennaio 2021, ore 20:30)
  • SECONDA LEZIONE – L’attività didattica  (giovedì 14 gennaio 2021, ore 20:30)
  • TERZA LEZIONE – Gli imprevisti  (giovedì 21 gennaio 2021, ore 20:30)
  • QUARTA LEZIONE – Proposte diverse dal solito e come organizzarle  (giovedì 28 gennaio 2021, ore 20:30)
  • QUINTA LEZIONE – Gestire la conclusione  (giovedì 4 febbraio 2021, ore 20:30)

Di seguito il programma dettagliato:

PRIMA LEZIONE

La pianificazione

  1. Definizione e importanza della pianificazione nella gestione delle attività didattiche.
  2. Valutazione e approfondimento dei 5 punti fondamentali per la pianificazione:
    1 – Il luogo dove svolgere l’attività
    2 – Il target ovvero a chi è rivolta l’attività
    3 – La tipologia di attività e come questa vada relazionata al target e al luogo e come, di conseguenza, influenzi i tempi.
    4 – I tempi di durata delle singole tipologie di attività
    5 – Il costo inteso come il rapporto tra servizio fornito in termini di qualità e il prezzo.
  • L’importanza e l’organizzazione della fase di sopralluogo.
  • La gestione della fase della prenotazione.

SECONDA LEZIONE

L’attività didattica

  • La fase di accoglienza
    Valutazione della provenienza del gruppo, delle informazioni date per il raggiungimento del luogo dell’attività e il loro recepimento.
    L’importanza dei contatti con i partecipanti.
    La logistica dell’arrivo.
    La gestione dei ritardi.
    L’organizzazione delle fasi precedenti alla visita: le necessità dei partecipanti, la modulistica, i pagamenti o i biglietti.
  • La visita guidata:
    Approfondimento sulle modalità di veicolazione del messaggio. Come improntare il linguaggio al target. L’importanza di avere una scaletta mentale delle informazioni da veicolare e dei luoghi in cui e di come veicolarle. La gestione delle domande.
    Come osservare le dinamiche di un gruppo e quali queste possano essere a seconda della tipologia di target.
    Come relazionarsi con queste dinamiche, come sfruttare i lati positivi e come disinnescare le problematiche o i personaggi problematici.
  • L’attività pratica:
    Come scegliere il nome per la tipologia di attività pratica in maniera da essere maggiormente accattivante a seconda del target prescelto.
    La fase di preparazione, il materiale necessario e la struttura dell’attività: come recuperarlo, dove tenerlo, come usarlo. L’importanza delle simulazioni precedenti all’attività.
    La logistica dello svolgimento dell’attività pratica: le tempistiche, i problemi legati al materiale, la sicurezza, le difficoltà.
    La rimodulazione dell’attività per far fronte ai problemi riscontrati.

TERZA LEZIONE

Gli imprevisti

Come prevenire e affrontare gli imprevisti più comuni in cui ci si può imbattere prima, durante o dopo un’attività didattica.

Fra gli altri:

  • ritardi
  • partecipanti che non trovano il luogo della visita
  • mancata disdetta
  • gruppi più o meno numerosi del previsto
  • problemi relativi agli spazi, sia al chiuso che all’aria aperta
  • incidenti, oggetti smarriti, partecipanti che si fanno male o si sentono male durante l’attività
  • non partecipanti che si intrufolano durante un’attività
  • terzi incomodi problematici

QUARTA LEZIONE

Proposte diverse dal solito e come organizzarle

Modulo in collaborazione con la guida naturalistica Claudio Salvalaggio di Guidanaturalistica.it e con la guida naturalistica Alice Sattolo che porteranno esperienze personali anche in fatto di inconvenienti relativi ad attività didattiche ed escursioni di stampo particolare come escursioni in canoa, sulla neve con le ciaspole o in compagnia di un asino.


QUINTA LEZIONE

Gestire la conclusione

La difficile arte della gestione domande.
Come relazionarsi i partecipanti (le insegnanti, i ragazzi, le persone che hanno seguito) al termine dell’attività. L’importanza del sondaggio sugli interessi coinvolti e dell’ottenimento di feedback sulle attività: fondamentali per la pianificazione e la fase di prenotazione future.
Il concetto di “RETE” formata dalle figure che possono interagire fra di loro e consigliarsi a vicenda: guide naturalistiche o turistiche specializzate in altri campi, altre realtà locali che gestiscono altri musei o strutture affini o che si occupano di attività differenti da quella proposta., L’importanza della coltivazione di rapporti con queste figure.
Cenni sul lato burocratico e amministrativo: come gestire i pagamenti in forma di ricevute, scontrini, fatture e loro importanza. La questione delle assicurazioni.

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “REGISTRAZIONI – Corso per operatori didattici naturalistici: come organizzare e gestire le attività”